Sappe - Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria


Le ultime 30

TORINO, MANCATO RICONOSCIMENTO DELL'INDENNITÀ GIORNALIERA AL PERSONALE IN SERVIZIO AI COLLOQUI VISIVI DEI DETENUTI ED INTERNATI

"POLIZIA PENITENZIARIA IERI, OGGI, DOMANI". LUNEDI 25.09.2017 CONVEGNO DIBATTITO AL TEATRO F. STABILE DI POTENZA (ORE 10)

E' STATO UN SUCCESSO! GRAZIE A TUTTE LE COLLEGHE ED I COLLEGHI CHE ERANO CON NOI OGGI IN PIAZZA MONTECITORIO A ROMA!

PROBLEMI DI GESTIONE DELLA POPOLAZIONE DETENUTA C\O LA CASA DI RECLUSIONE DI SANREMO

PROBLEMI DI GESTIONE DELLA POPOLAZIONE DETENUTA C\O LA CASA DI RECLUSIONE DI SANREMO

PERSONALE DI POLIZIA PENITENZIARIA CON COMPITI DI "AMMINISTRATORE DI RETE" C\O CR TEMPIO P

REGIONE PUGLIA, FUMO PASSIVO

PUGLIA, SOGGETTI AFFETTI DA PATOLOGIE DI NATURA PSICHIATRICA

CARCERI, SAPPE: SISTEMA SI STA SGRETOLANDO, COLPA ORLANDO E DAP

PASSAGGIO DI CONSEGNE PERSONALE IN SERVIZIO PRESSO LA SCUOLA DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO DI PARMA

PIEMONTE, RICHIESTA CONTROLLO SU PROCEDURA DI ATTIVAZIONE DELLE VISITE FISCALI

VERCELLI, PIANO FERIE ESTIVE 2017

ACCORDO F.E.S.I.- D.A.P. ANNO 2017 - SOTTOSCRITTO IL 12.9.2017

CASA RECLUSIONE NUCHIS - IMPIEGO DEL PERSONALE DI POLIZIA PENITENZIARIA

ANCONA MONTACUTO, COSTANTI LE PROBLEMATICHE: IL SAPPE SOLLECITA INTERVENTI URGENTI

ISTITUTI PENALI C.C. E C.R. REGGIO EMILIA - CARENZA DI PERSONALE DI POLIZIA PENITENZIARIA - ASSEGNAZIONE DEFINITIVA DEL COMANDANTE DI REPARTO

CASA CIRCONDARIALE DI CAGLIARI UTA - GIUSTA ASSEGNAZIONE DEI POSTI DI SERVIZIO

TUTTI IN PIAZZA IL 19.09.2017: GIU' LE MANI DAL CORPO DI POLIZIA PENITENZIARIA!

TERNI, DISFUNZIONI E MALFUNZIONAMENTI DEI SERVIZI TECNOLOGICI

PESARO, CRITICITA E SOLLECITO ADOZIONE PROVVEDIMENTI

CASA CIRCONDARIALE DI TRENTO - INDENNITÀ SUPPLEMENTARE EX ART L. 836\73

CASA CIRCONDARIALE DI TARANTO - NOTA N. 18706 DEL 12 AGOSTO 2017

CASA CIRCONDARIALE DI GENOVA MARASSI - CRITICITÀ VARIE

CASA DI RECLUSIONE DI ORISTANO, CRITICITA

SCOSSA DI TERROMOTO DI MAGNITUDE 3.9 DEL 5 SETTEMBRE 2017

PUGLIA, RIPOSI PER DONAZIONE SANGUE

CASA CIRCONDARIALE DI LA SPEZIA - RITARDO NEL PAGAMENTO DELL'INDENNITÀ DI SERVIZIO DI MISSIONE

CASA CIRCONDARIALE DI TRANI - COMUNICAZIONI AI LAVORATORI

ATTRIBUZIONI DENOMINAZIONE COORDINATORE VARIE QUALIFICHE: ASSENZE

NUCLEO TRADUZIONE PIANTONAMENTI PALERMO PAGLIARELLI, RICHIESTA DOCUMENTAZIONE

>>   La Polizia Penitenziaria sarà in piazza a manifestare il 19 settembre 2017. Donato Capece: dichiarazioni al Ministro Orlando


Sappe Informa
SAPPEINFORMA N. 03/2016








Pensione privilegiata di reversibilità


CHE COSA E'

Prestazione erogata ai superstiti del personale della Polizia Penitenziaria. deceduto in attività di servizio o in quiescenza per "causa mortis" riconosciuta dipendente da fatti di servizio o interdipendente con infermità già riconosciute tali.


CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I superstiti del dipendente, secondo il seguente ordine: coniuge, figli minori o studenti (sino al compimento del 21° anno d'età per gli iscritti alla scuola media superiora e del 26° anno per gli studenti universitari), orfani inabili a carico del dipendente, genitori con almeno 65 anni di età o inabili, non titolari di pensione, a carico del dipendente , fratelli celibi e sorelle nubili inabili non titolari di pensione e a carico del lavoratore.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

D'ufficio, nei casi di morte del dipendente in attività di servizio per causa violenta, nell'adempimento degli obblighi di servizio, (art.184 del T. U 1092/73)

In tutti gli altri casi, su istanza di parte, entro due anni dalla data del decesso, per non incorrere nella prescrizione dei pagamenti, (art. 191 del T.U. 1092/73)


DECORRENZA

Dalla data del decesso ovvero dal primo giorno del mese successivo a quello della presentazione della domanda, qualora quest'ultima, se necessaria, sia stata presentata oltre due anni dalla data del collocamento a riposo.


COME SI CALCOLA LA PRESTAZIONE

Al coniuge e agli orfani minori del dipendente deceduto in attività di servizio e per causa di esso è attribuito per la durata di un triennio dal decesso un trattamento speciale di importo pari a quello della pensione di prima categoria e successivamente la pensione privilegiata di riversibilità

Ai superstiti del dipendente deceduto in pensione, per infermità dipendente da fatti di servizio spetta la pensione privilegiata di riversibilità nella misura corrispondente alla percentuale di riversibiltà applicata al trattamento privilegiato teorico di prima categoria che sarebbe spettato al dante causa.


COMPETENZA

DAP, che dopo aver acquisito la documentazione sanitaria ed amministrativa, nonché il parere del Comitato per le Pensioni Privilegiate Ordinarie, emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità dell'Ufficio del Controllo della Corte dei Conti.


PAGAMENTO

L'INPDAP eroga il trattamento di pensione agli aventi diritto con pagamento della prestazione mediante riscossione diretta presso gli uffici postali designati dagli interessati o con accreditamento su c/c bancario o postale.